Firenze in questo periodo

Nei mesi scorsi durante l’emergenza coronavirus Firenze, come tutte le città d’arte, non ha avuto turisti e tuttora le presenze sono meno del solito, soprattutto dall’estero. La diminuzione dei visitatori ha delle ripercussioni negative sia sulle casse del Comune, con un gettito ridotto della tassa di soggiorno e sia sulle entrate delle attività economiche che vivono di turismo come per esempio gli alberghi, i ristoranti, i bar e gli alloggi per affitti brevi. Una crisi che si sente in particolare nel centro storico, la zona dove ci sono i monumenti e le opere d’arte più importanti.

Alcune settimane fa il cardinale Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze, durante l’omelia in Duomo ha parlato delle nuove povertà portate dal coronavirus e della necessità di “un nuovo progetto di città che rompa con la città delle rendite”. Un progetto che deve essere ancorato “saldamente alle radici dell’identità storica di Firenze, che il turismo di massa ha rischiato di ridurre a vetrina e non più a humus culturale, staccando il cuore della città dal suo corpo. Decisivo in questo progetto sarà il modo con cui esso assicurerà la centralità della persona e l’esercizio della solidarietà”

Per Betori “i prevedibili minori flussi di turisti non possono essere subiti come una minore rendita, ma colti come occasione per ridare spazio alle funzioni di base di una comunità: la conoscenza, le relazioni, i vincoli familiari, la vitalità della società civile, la cura delle persone e dell’ambiente, il lavoro”.

Il cardinale ha poi aggiunto che “non basta guardare ciò che è bello e restarne estasiati, ma occorre capire quali sono stati i valori e i legami che lo hanno generato. Sono gli stessi fondamenti a cui oggi dovremmo attingere”.

Armando Guida

Foto nell’articolo: https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Sunset_over_florence_1.jpg

Autore: Steve Hersey

This file is licensed under the Creative Commons Attribution 2.0 Generic license

0 comment
0

Puó anche interessarti

Leave a Comment

Istro utilizza cookie per fornire la necessaria funzionalità del sito e migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando la navigazione su questo sito, accetti la nostra Privacy Policy e l'informativa sui Cookies Accetto Leggi di piu'

Privacy Policy & Cookies