La musica classica e la musica rock

La musica classica è ascoltata meno della musica rock, però è vero che ci sono diversi brani di musica classica che sono famosi, sebbene pochi sappiano dire chi è l’autore e qual è il titolo di quel pezzo. Lo stesso discorso è vero per le canzoni rock più famose che, sebbene siano più conosciute della musica classica, non tutti sanno dire il loro titolo e il loro autore. In questo articolo vediamo come orientarci almeno tra i musicisti più importanti e i loro brani più conosciuti della musica classica e del rock.

La musica classica

Il periodo d’oro della musica classica è il Settecento e l’Ottocento. Tra i musicisti più conosciuti al grande pubblico ci sono, in ordine cronologico, Bach, Mozart, Beethoven e Chopin. Il pianoforte è lo strumento più famoso con cui si esegue la musica classica.

Johann Sebastian Bach, tedesco, visse a cavallo tra Seicento e Settecento; proveniva da una famiglia di musicisti ed ebbe venti figli, di cui circa la metà purtroppo morirono alla nascita o in tenera età. Tra le sue opere più famose c’è la “Toccata e fuga in Re minore” e il “Preludio e fuga in Do maggiore”.

Wolfgang Amadeus Mozart, austriaco, visse solo trentacinque anni nella seconda metà del Settecento. Sono molto note la “Serenata in Sol maggiore” e il primo movimento “Molto Allegro” della sinfonia numero 40.

Ludwig van Beethoven, tedesco, visse a cavallo tra Settecento e Ottocento; nella seconda parte della sua vita ebbe crescenti problemi di udito fino ad arrivare alla sordità totale. Sono famosi il primo movimento “Allegro con brio” della sinfonia numero 5 e l'”Inno alla Gioia” della sinfonia numero 9.

Fryderyk Chopin, polacco naturalizzato francese, visse nella prima metà dell’Ottocento; a vent’anni si trasferì a Parigi, morì a soli trentanove anni. La sua opera più conosciuta è il “Notturno opera 9, numero 2”.

Adesso parliamo un po’ più nel dettaglio delle opere precedentemente citate.

La “Toccata e fuga in Re minore” è un’opera per organo scritta quando Bach non aveva ancora vent’anni, tra il 1702 e il 1703. Una curiosità. Tutte le opere di Bach hanno una precisa catalogazione, che fu ideata dopo la Seconda Guerra Mondiale dal musicologo austriaco Schmieder. Questa catalogazione comprende la sigla BWV (in tedesco “catalogo opere Bach”) seguita dal numero dell’opera. Per esempio, la catalogazione della “Toccata e fuga in Re minore” è BWV 565.

Il “Preludio e fuga in Do maggiore” (BWV 846) è stata scritta da Bach nel 1722 e fa parte de “Il clavicembalo ben temperato”, una raccolta di preludi e fughe del musicista tedesco. Nel 1859 il compositore francese Charles Gounod scrisse l'”Ave Maria”, una composizione religiosa che sarebbe diventata molto famosa, che unisce questa musica di Bach con le parole in latino della preghiera cristiana.

La “Serenata in Sol maggiore” di Mozart è un’opera scritta nel 1787; viene chiamata anche “Piccola serenata notturna” che è la traduzione del suo nome originale in tedesco (“Eine kleine Nachtmusik”). La sua catalogazione è K 525, dove K sta per Köchel, il nome del musicologo austriaco che ideò questa catalogazione nel 1862.

La “Sinfonia numero 40” di Mozart, con il suo primo movimento “Molto Allegro”, venne composta nel 1788 a Vienna. La sua catalogazione è K550.

La sinfonia numero 5 di Beethoven fu eseguita per la prima volta a Vienna nel 1808. Il suo primo movimento “Allegro con brio” è stata inserito tra le testimonianze della civiltà umana che sono a bordo delle due sonde “Voyager” lanciate dagli Stati Uniti nel 1977 per l’esplorazione dell’universo.

L'”Inno alla gioia” di Beethoven fa parte del finale della sinfonia numero 9 che venne eseguita per la prima volta a Vienna nel 1824. L'”Inno alla gioia” da alcuni decenni è ancora più conosciuto perché nel 1972 è stato scelto come Inno dell’Unione Europea.

Il “Notturno opera 9, numero 2” è un’opera per pianoforte e fu composta da Chopin a Parigi tra il 1829 e il 1830.

Adesso citiamo, sempre in ordine cronologico, altre tre opere di musica classica molto conosciute.

“La primavera”, fa parte delle “Quattro Stagioni”, opera pubblicata nel 1725 dal compositore veneziano Antonio Vivaldi.

“Il Valzer dei fiori” fa parte delle musiche che il compositore russo Pëtr Ciaikovski scrisse per il balletto “Lo schiaccianoci”, la cui prima fu a San Pietroburgo nel 1892.

“Il Bolero” è un’opera del compositore francese Maurice Ravel, che ne diresse la prima rappresentazione a Parigi nel 1928.

 

La musica rock

La musica rock è il genere più diffuso di musica moderna, si potrebbe quasi dire che il rock è la musica moderna. Un gruppo musicale rock di solito è composto da un cantante, un chitarrista, un bassista e un batterista. La chitarra è lo strumento più famoso della musica rock, la conosciamo tutti, il basso è uno strumento a corde, che ad occhi profani può sembrare simile alla chitarra, la batteria comprende un insieme di strumenti come il tamburo e i piatti. La chitarra e il basso sono elettrici e quindi il loro suono è amplificato da un cassa per renderlo più udibile da parte del pubblico.

La musica rock è iniziata a partire dagli anni Cinquanta del Novecento, quando si chiamava rock and roll, la sua epoca d’oro sono stati gli anni Sessanta e Settanta con il momento clou del Festival di Woodstock del 1969. A partire dagli Anni Ottanta il rock ha allargato la sua platea, diventando musica pop o leggera. Tra i nomi più celebri del rock ci sono Chuck Berry, Elvis Presley, i Beatles, i Rolling Stones, Bob Dylan, Bob Marley, i Queen, Madonna e Michael Jackson.

Chuck Berry, americano, è nato nel 1926 ed è morto nel 2017; è considerato il padre del rock, la sua canzone più nota è “Johnny B. Goode”  (1958). Questa canzone è stata inserita tra le testimonianze della civiltà umana che sono a bordo delle due sonde “Voyager” lanciate dagli Stati Uniti nel 1977 per l’esplorazione dell’universo. Chuck Berry è anche l’inventore del cosiddetto “passo dell’anatra” (duck walk), un modo di camminare con una sola gamba mentre l’altra ondeggia avanti e indietro.

Elvis Presley, americano, è nato nel 1935 ed è morto nel 1977, è considerato il re del rock; ha cantato molte canzoni, ma la sua canzone più conosciuta è una delle prime, “Jailhouse rock” (1957).

I Beatles sono stati un gruppo musicale inglese molto popolare e in attività durante gli anni Sessanta. I suoi componenti sono stati John Lennon, Paul McCartney, George Harrison e Ringo Starr. Le loro canzoni più note sono: “Yesterday” (1965), “All You Need is Love” (1967)  e “Let It Be” (1970). Tutti hanno visto la foto di “Abbey Road”, il penultimo album della band (1969), dove ci sono i quattro musicisti che uno dietro l’altro attraversano una strada sulle strisce pedonali. Quella strada è Abbey Road, una via di Londra dove ci sono gli omonimi studi di registrazione utilizzati dai Beatles, per la precisione la foto è stata scattata di fronte agli studi. Dopo lo scioglimento della band John Lennon ha proseguito da solista e nel 1971 ha pubblicato “Imagine”, canzone famosissima.

I Rolling Stones sono un gruppo musicale inglese che ha iniziato la sua attività negli Anni Sessanta e tuttora sono in attività. I suoi componenti sono Mick Jagger, Keith Richards, Ronnie Wood e Charlie Watts. La loro canzone più nota è “Satisfaction” (1965).

Bob Dylan, americano, è nato nel 1941. La sua canzone più conosciuta è “Knocking on heaven’s door” (1973).

Bob Marley, giamaicano, è nato nel 1945 e morto nel 1981. La sua canzone più famosa è “No woman, No cry”(1974).

I Queen sono un gruppo musicale inglese fondato nel 1970. Il suo musicista più noto è stato Freddy Mercury scomparso nel 1991. Tra i successi dei Queen ci sono Bohemian Rhapsody” (1975), “Radio Ga Ga” (1984) e “I Want to Break Free” (1984). Tra le canzoni più conosciute che Freddy Mercury ha scritto da solista c’è “Living on my own” (1985).

Madonna è una cantante americana nata nel 1958. Tra le sue canzoni più famose ci sono “Frozen” (1998) “Hung Up” (2005) e “Sorry” (2005).

Michael Jackson è stato un cantante americano, nato nel 1958 e morto nel 2009. Tra le sue canzoni più note ci sono “Thriller” (1982), “Bad” (1987) e “Black or white” (1991). Michael Jackson era anche ballerino ed è famosa la sua “passeggiata sulla luna” (moon walk), un modo particolare di muovere i piedi che scivolano sul pavimento.

Armando Guida

Foto in questo articolo:  https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Mozart-small.jpg

0 comment
0

Puó anche interessarti

Leave a Comment

Istro utilizza cookie per fornire la necessaria funzionalità del sito e migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando la navigazione su questo sito, accetti la nostra Privacy Policy e l'informativa sui Cookies Accetto Leggi di piu'

Privacy Policy & Cookies